REPOPP– Progetto valorizzazione organico Porta Palazzo

Il progetto RePopp – Progetto valorizzazione organico Porta Palazzo – promosso dal Comune di Torino (Assessorato all’Ambiente), Novamont, Associazione Eco dalle Città e Amiat – Gruppo Iren, è un esempio di politica concreta di contrasto allo spreco alimentare e riduzione di rifiuti, di recupero di materia organica e di solidarietà sociale. 

La caratteristica e forza del Progetto è insita nella propria multidisciplinarietà e concretezza. Se da un lato i risultati hanno dimostrato una significativa riduzione della produzione dei rifiuti, il che ha contribuito ad alimentare la distribuzione di cibo ancora edibile ma non più vendibile a favore dei soggetti più deboli e bisognosi, dall’altro sono stati molto positivi anche per quanto concerne la percentuale di rifiuti differenziati, passata dal 35-40% medio del 2016 ad un più che lusinghiero 73% medio del 2020.

Inoltre, la progettualità nel suo complesso ha permesso l’inserimento di alcuni soggetti richiedenti asilo (“Ecomori”) nell’attività di raccolta del cibo donato dai commercianti e di conseguente distribuzione di quello ancora edibile presso un banco gestito da Eco dalle Città, associazione che si è concentrata proprio sugli aspetti sociali del Progetto, ovvero sull’inserimento di soggetti richiedenti asilo e su attività a supporto dei soggetti più bisognosi, unitamente alla sensibilizzazione degli ambulanti in merito alla corretta differenziazione dei rifiuti, anche tramite la distribuzione di trespoli e di sacchi compostabili per una raccolta più agevole presso i posti banco.

Nello specifico, ogni giorno di mercato, anche con il contributo delle persone richiedenti asilo di cui sopra, oltre 200 kg di frutta e verdura ancora edibili (ed eccezionalmente fino a 400 kg) vengono redistribuiti a favore di soggetti bisognosi. Tale attività, proprio perché svolta anche grazie al contributo degli “Ecomori”, assume un’importante rilevanza culturale e potenzialmente emulativa per tutti coloro che ambiscono ad intraprendere percorsi di integrazione sociale.

Il progetto ha vinto diversi premi:

  1. Cresco Award 2018, sostenuto da Fondazione Sodalitas, in collaborazione con ANCI, quale esempio di ricerca applicata per la generazione di economie circolari urbane contro lo spreco di cibo.
  2. Menzione speciale nella categoria “Nuovi Stili di Vita” del Premio Comuni Virtuosi 2018.
  3. “Milan Urban Food Policy Pact” di Tel Aviv come esempio concreto e virtuoso di buone pratiche per il recupero della frazione organica.
  4. Menzione speciale per la dimensione “Rilevanza dell’attività” Città Sane OMS, Oscar della Salute
  5. “CRESCO AWARD 2020 Città Sostenibili” per la categoria “Comuni oltre 100mila abitanti”.

Visti gli ottimi risultati e i premi nazionali ed internazionali ottenuti dal Progetto REPOPP, l’Assessorato all’Ambiente, coerentemente con il programma “Torino verso rifiuti zero”, che é contenuto del “Piano di Azione per la Torino del futuro – 2030”, e con gli obiettivi di programma, quali il miglioramento della gestione del ciclo dei rifiuti e, soprattutto, la prevenzione della produzione degli stessi, la riduzione delle inefficienze che producono spreco, con conseguenti impatti ambientali e sociali negativi, nonché la promozione della sostenibilità ambientale in tutte le sue forme, lo scorso anno ha esteso, in via sperimentale, la campagna di comunicazione ambientale e sociale svolta fin qui presso il mercato di Porta Palazzo ad altri mercati cittadini e, precisamente, a quelli Porpora e Foroni, insistenti nella circoscrizione 6, e quelli Cincinnato e Vittoria nella Circoscrizione 5.

I risultati ottenuti nei quattro mercati oggetto della sperimentazione partita nell’agosto scorso, hanno dimostrato una significativa riduzione della produzione dei rifiuti, il che ha contribuito ad alimentare la distribuzione di cibo ancora edibile, ma non più vendibile a favore dei soggetti più deboli e bisognosi, con diverse tonnellate di cibo recuperato e distribuito. In particolare, i risultati ottenuti dall’agosto 2020 al gennaio 2021, sono stati i seguenti:

  • MERCATO PORPORA: 17.289 Kg di cibo recuperato e redistribuito a 258 beneficiari al mese, con un risparmio in CO2 equivalente di 43,22 tonnellate;
  • MERCATO VITTORIA: 11.733 Kg di cibo recuperato e redistribuito a 141 beneficiari al mese, con un risparmio in CO2 equivalente di 29,33 tonnellate;
  • MERCATO CINCINNATO: 12.787 Kg di cibo recuperato e redistribuito a 241 beneficiari al mese, con un risparmio in CO2 equivalente di 31,97 tonnellate;
  • MERCATO FORONI: 6.001 Kg di cibo recuperato e redistribuito a 112 beneficiari al mese, con un risparmio in CO2 equivalente di 15 tonnellate;

A settembre 2020 è stato inaugurato ‘Il Banco Circolare – RePoPP’ un nuovo spazio che ospita attività di sensibilizzazione contro lo spreco e di promozione di esperienze innovative di recupero e coltura, di valorizzazione della materia organica e del suolo promosse dalla Città di Torino, con dibattiti culturali incentrati sui temi della sostenibilità dei sistemi alimentari urbani e, attraverso il Food Metrics, si racconteranno gli indicatori del sistema alimentare torinese. Nella bottega, dotata di celle frigorifere per la conservazione, di attrezzature per la lavorazione e trasformazione di cibi e spazi espositivi, si concretizza la volontà di andare oltre la redistribuzione per valorizzare tutto ciò che viene recuperato. Il ‘Banco Circolare’ non ha alcuna finalità commerciale e permette, a chiunque ne abbia bisogno di ritirarle gratuitamente dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 17, fino ad esaurimento. Ma lo spazio  non va visto solo come un progetto di natura sociale bensì come un centro di scambio culturale fra le anime che rendono vivo il quartiere, capace di favorire il progetto di integrazione tra le diverse etnie di Porta Palazzo.

In occasione dell’apertura del ‘Banco Circolare’ il Mercato Centrale Torino è tornato a proporre l’appuntamento “Bontà contro lo spreco” – in cui vari ospiti, tra cuochi e artigiani, si alternano mensilmente preparando pietanze gustose da distribuire gratuitamente. L’intenzione è celebrare la diversità delle comunità di Porta Palazzo dimostrando che tutte le culture e cucine possono valorizzare le eccedenze alimentari e che, contribuendo alla diffusione di buone prassi di recupero e riuso dei beni, si stimola la cittadinanza a essere solidale, favorendo altresì un consumo consapevole e l’adozione di stili di vita sani e sostenibili.

      

Per saperne di più …

Notizie Correlate

30 Ago 2021
VERDECITTÀ arriva a Torino: da venerdì 3 a domenica 5 settembre il progetto del Mipaaf (Ministero delle politiche agricole alimentari... Leggi di più
09 Ago 2021
Riqualificare il quartiere sperimentando soluzioni volte a contrastare l’effetto isola di calore e utili alla gestione delle acque piovane e... Leggi di più
09 Ago 2021
Proseguono nel mese di agosto le attività nei mercati delle Sentinelle Salvacibo per RePoPP, progetto sostenuto da Città di Torino,... Leggi di più