Torino Green Print

Nel 2019 è stata completata un’analisi quantitativa dell’accessibilità del verde “ricreativo” in città, ovvero delle aree verdi pubbliche comunali liberamente accessibili e fruibili da cittadine e cittadini per il passeggio, le attività sportive libere, il gioco… Questa prima analisi, che è stata chiamata “Greenprint”, cui seguirà una seconda fase di valutazione qualitativa, ha come principale obiettivo la conoscenza del patrimonio esistente, l’individuazione di criticità di sistema e l’identificazione di una base dati per il confronto con le altre realtà metropolitane.

Lo scopo è quello di rappresentare la distribuzione del verde ricreativo della Città di Torino e la conseguente disponibilità per i cittadini al fine di avere una maggior consapevolezza sul sistema del verde cittadino ed acquisire elementi per indirizzare i futuri interventi sia per quanto riguarda i progetti di nuove aree verdi, sia le manutenzioni straordinarie sui giardini esistenti.  

Nell’analisi per verde ricreativo sono state considerate le aree verdi pubbliche comunali liberamente accessibili e fruibili dai cittadini per il passeggio, le attività sportive libere, il gioco, il relax … Non sono pertanto stati considerati i viali alberati qualora svolgano esclusivamente la funzione di spartitraffico ovvero di viabilità ciclabile, le aiuole ornamentali, le rotonde stradali, le aree verdi chiuse.

Per valutare la disponibilità ed accessibilità delle aree verdi ricreative è stata considerata, per ogni area verde, l’area di città compresa in un buffer con raggio di 300 metri (pari a meno di 10 minuti) a piedi, perché tale indicatore è quello considerato a livello europeo per valutare l’accessibilità di aree verdi e servizi locali.

Poiché le aree verdi sono diverse anche solo per dimensioni, è stata fatta un’ulteriore elaborazione, andando a differenziare l’ampiezza del buffer a seconda delle dimensioni del giardino o del parco.

Fra le aree verdi ricreative, un’analisi specifica con il medesimo approccio (buffer di raggio di 300 metri) è stata condotta per le aree per gioco dei bambini, per le aree cani e per gli orti urbani sui dati disponibili.

L’analisi di accessibilità e disponibilità è stata poi implementata con le informazioni statistiche sulla densità abitativa rilevata per sezione di censimento, al fine di aver delle indicazioni, sia pur di massima, sulla potenziale intensità di frequentazione e di utilizzo.

Questo tipo di analisi condotta dal Greenprint costituisce un elemento preliminare alla realizzazione  del piano del verde urbano.

L’analisi Greenprint costituisce pertanto il primo tassello nella costruzione del “Piano strategico dell’infrastruttura verde di Torino”.

Il particolare, nell’allegato 1 del piano strategico dell’infrastruttura verde sono contenute le tavole di piano che, partendo dall’analisi del sistema del verde urbano analizzano l’accessibilità al verde pubblico ricreativo, alle aree gioco, al verde coltivato. Si pone poi l’accento sui vincoli sovraordinati, sulle potenzialità delle nuove aree a verde. Si analizzano infine le vulnerabilità climatiche e gli aspetti manutentivi

I dati raccolti rivelano che complessivamente, il 37% della superficie del Comune di Torino è costituita da aree verdi (48 km² su 130 km² complessivi), con 55,43 m² di verde per abitante. Di questo 35%, il 5% riguarda aree agricole pubbliche e private.

Il 93% della popolazione risiede in un’area dotata di più di 25 m² entro 300 metri dalla propria abitazione.

In totale, sono 517 le aree verdi ricreative, per un totale di 11.095.526 m² (il 34% del verde totale delle aree verdi pubbliche e private, per una percentuale di copertura dell’8,5% del territorio comunale).

Il 93% della popolazione residente abita entro 300 metri da un’area verde ricreativa.

Il 97% della popolazione residente in Torino abita entro 5 minuti a piedi da un’area verde ricreativa.

L’85% della popolazione risiede in un’area dotata di più di 25 mq di verde/abitante entro 300 m dalla propria residenza.

In Torino ci sono 275 aree gioco che coprono una superficie complessiva di 202.528 m². 

La popolazione tra 0 e 14 anni residente a meno di 500 metri da un’area giochi è costituita da 95.892 abitanti, ogni bambino torinese ha a disposizione una superficie di aree gioco pari a 1,95 m². Delle 324 scuole torinesi (infanzia, primarie e secondarie di primo grado), solo 19 non hanno un’area giochi nel raggio di 500 metri.

Il 92% della popolazione compresa nella fascia di età tra 0 e 14 anni abita entro 500 metri da un’area gioco.

Per quanto riguarda le aree cani, in città ce ne sono 57, per una superficie complessiva di 96.260 m². il 45% dei torinesi abita entro 500 metri da una di esse.

Per quanto concerne gli orti urbani quelli circoscrizionali sono 7 per una superficie totale pari a 69.500 mq. Poi ci sono gli orti associativi (26), quelli spontanei (7) e quelli in fase di realizzazione (3).

I percorsi ciclabili sono costituiti da 190 km di piste e la viabilità ciclabili nel verde è pari a 64 Km.

I sentieri collinari sul territorio cittadino sono di circa 70 Km.

Consulta il Piano Strategico dell’Infrastruttura Verde.

 

Notizie Correlate

30 Ago 2021
VERDECITTÀ arriva a Torino: da venerdì 3 a domenica 5 settembre il progetto del Mipaaf (Ministero delle politiche agricole alimentari... Leggi di più
09 Ago 2021
Riqualificare il quartiere sperimentando soluzioni volte a contrastare l’effetto isola di calore e utili alla gestione delle acque piovane e... Leggi di più
09 Ago 2021
Proseguono nel mese di agosto le attività nei mercati delle Sentinelle Salvacibo per RePoPP, progetto sostenuto da Città di Torino,... Leggi di più