MaaS, la Città cerca volontari per sperimentare servizio e piattaforma. Candidature fino al 2 agosto 2021

Da oggi, venerdì 2 luglio, e per un mese, fino al 2 agosto 2021, i torinesi potranno candidarsi per aderire alla sperimentazione per l’utilizzo di ‘buoni mobilità’ attraverso una piattaforma di Mobility As a Service (MasS), servizio che punta a costituire un’alternativa efficiente e vantaggiosa all’utilizzo dell’auto privata.

La Mobility as a Service (MaaS) è un nuovo concetto di mobilità, che prevede l’integrazione di molteplici servizi di trasporto pubblici e privati (trasporto pubblico locale, ride-sharing, car-sharing, bike-sharing, scooter-sharing, taxi, car rental, etc.) riuniti in un unico servizio e con un unico sistema di pagamento che vengono offerti su una piattaforma dedicata e con molteplici funzionalità per rispondere in modo personalizzato a tutte le specifiche esigenze di spostamento in ambito urbano e a cui i cittadini potranno accedere con il proprio smartphone.

L’obiettivo del progetto della Città di Torino, in collaborazione con 5T Srl, e cofinanziato dal Ministero della Transizione Ecologica nell’ambito del Programma di finanziamenti per il miglioramento della qualità dell’aria nelle aree urbane e per il potenziamento del trasporto pubblico è di testare il MaaS in un contesto reale per una durata di 12 mesi, confermandosi la prima città in Italia a farlo in un contesto reale.

Per candidarsi alla sperimentazione, che partirà il 1 ottobre 2021, occorre essere maggiorenni e residenti a Torino, disporre di una certificazione Isee inferiore a 50mila euro, non essere proprietari di un’auto o averla rottamata nel biennio 2020/2021, essere titolari di una carta di credito o di altri sistemi di pagamento elettronici e possedere uno smartphone.

Verificati i requisiti, ad essere ammessi saranno un massimo di 1100 cittadini: i primi 100, interamente finanziati, potranno scegliere uno dei pacchetti inseriti sulla piattaforma che prevedono mix differenti dei vari servizi di trasporto disponibili in città (mezzi pubblici, servizi di ride, car e bike sharing, taxi e car rental), mentre gli altri 1000 potranno aderirvi autofinanziando l’acquisto e operare in modalità pay-per-use (a consumo).

Le candidature saranno inserite in 9 graduatorie che considerano il valore della certificazione Isee (fino a 12mila euro; tra 12mila e 20mila euro; fino a 50mila euro) e la composizione del nucleo familiare (single, coppie o famiglie composte da 3 persone o più).

Il bando è pubblicato all’indirizzo: https://bit.ly/3jxvuhv

Gli interessati alla sperimentazione avranno tempo per presentare la propria candidatura fino alle ore 12 di lunedì 2 agosto 2021 compilando il modulo di adesione scaricabile sulla pagina web dedicata all’iniziativa: www.muoversiatorino.it/it/maastorino/

Notizie Correlate

16 Giu 2021
Una stazione sempre più a misura di cittadino grazie alla nuova velostazione di Torino Porta Nuova, realizzata da Grandi Stazioni... Leggi di più
25 Mag 2021
Si dà continuità allo sviluppo della rete ciclabile esistente mediante la realizzazione di nuovi assi ciclabili, sia interni alla città, sia di collegamento con i comuni limitrofi, funzionali agli spostamenti sistematici legati a lavoro e/o studio.... Leggi di più
22 Dic 2020
La Giunta comunale, su proposta dell’assessora alla mobilità Maria Lapietra, ha approvato questa mattina un progetto di fattibilità tecnico-economica per... Leggi di più