‘Sansa pedala’: un progetto che fa bene all’ambiente, al portafoglio e al commercio di vicinato

Pedali e fai del bene all’ambiente. E ci guadagni. Non solo in salute, perchè i chilometri percorsi in sella a una bicicletta possono valere uno sconto sugli acquisti. Dove? A San Salvario, quartiere adottato per il progetto sperimentale ‘SANSA pedala’ presentato questa sera al polo culturale Lombroso.

L’iniziativa, che partirà il prossimo 8 gennaio e sarà attiva fino al 31 agosto 2024 ,è un’azione di Torino Mobility Lab, il piano della Città di Torino studiato per favorire gli spostamenti da casa a scuola e da casa al lavoro, a piedi e in bicicletta, nel quartiere di San Salvario, in particolare nella zona compresa tra corso Vittorio Emanuele II, via Nizza, corso Bramante e corso Massimo D’Azeglio.

Più pedali, più accumuli punti, più punti si hanno, più possibilità hai di aggiudicarti un buono acquisto elettronico da 10 euro da spendere nei negozi del quartiere aderenti al progetto. Una soluzione innovativa quella proposta che, grazie a un sistema ‘premiante’ per coloro che si dimostrano più attivi, si pone l’obiettivo di cambiare le nostre abitudini e renderle più eco-friendly grazie all’introduzione della gamification per incentivare l’utilizzo della bicicletta in città.

Fin da questa sera i cittadini maggiorenni che vivono, lavorano o studiano a San Salvario possono inviare la propria richiesta di partecipazione esclusivamente attraverso il portale indicando origine e destinazione residenziale, lavorativa o scolastica, informazioni indispensabili per il calcolo dei punti chilometrici.

A permettere di certificare i chilometri effettivamente percorsi da ogni utente e fornire i relativi dati statistici offrendo è il supporto tecnologico offerto dal sistema Pin Bike, adottato in 25 città italiane e 4 europee, per un totale di 3milioni e 500mila chilometri pedalati, pari a 550 tonnellate di CO2 risparmiate.

Importante è però essere tra i primi a iscriversi: sono infatti ‘solo’ trecento i kit di ‘SANSA pedala’ forniti gratuitamente a tutti i partecipanti e che contengono il sensore hardware, indispensabile per certificare i chilometri percorsi in sella, e diversi altri dispositivi utili a migliorare l’usabilità della bicicletta.

Per ogni chilometro percorso lungo le tratte casa-scuola o casa-lavoro saranno conteggiati 20 centesimi di euro, 5 centesimi i percorsi generici all’interno del Comune di Torino. Oltre ai punti chilometrici ogni mese sono premiati i primi 23 cittadini contraddistinti per aver percorso il maggior numero di chilometri.

Con l’obiettivo di incentivare l’economia di prossimità il progetto prevede il coinvolgimento delle attività commerciali di quartiere che, per tutta la durata del progetto, possono registrarsi gratuitamente sulla piattaforma ‘Pin Bike’, attivando così l’opportunità di accettare e riscattare i buoni acquisto elettronici utilizzati dai cittadini come forma di pagamento.

Notizie Correlate

19 Dic 2023
Facilitare l’accesso alle attività e agli eventi culturali da parte di tutti rimuovendo qualsiasi barriera di accesso – socio-culturale, geografica,... Leggi di più
13 Dic 2023
Gestione e prevenzione delle emergenze, mobilità automatizzata e connessa e pianificazione urbana: sono i temi al centro di tre progetti... Leggi di più
30 Nov 2023
La Città di Torino parteciperà, su invito del Presidente Ahmed al Jaber e di Bloomberg Philanthropies ai lavori della 28esima... Leggi di più